Via della Seta: il blog dei ragazzi

Il Dantedì

Categoria:

 Oggi è un giorno speciale
ancora più importante del Natale!
Il nostro Dante ha iniziato
il suo viaggio spericolato.

Comincia tutto da una selva oscura
che solo a pensarci fa paura.
Però Dante viene aiutato
da uno scrittore acculturato.
I due si addentrano nell’Inferno,
dove i dannati soffrono in eterno.
Arrivano fino alla Giudecca,
dove qualcuno un raffreddore si becca.

Al Purgatorio poi sentono
che tante anime si pentono,
devono assolvere i loro peccati
prima di raggiungere i beati.

Infine Dante arriva in Paradiso,
dove vede Beatrice con un bel sorriso.
Però dopo lo deve abbandonare
perché qualcun altro da Dio lo dovrà portare.
Dante lo contempla con tutto il cuore
e oggi noi lo festeggiamo con clamore!

Buon Dantedì a tutti! 

Sofia C. 2C

DANTEDI'

Categoria:

Ciao a tutti,

oggi, 25 marzo celebriamo una giornata molto importante, importantissima… IL DANTEDÌ!!dante

Festeggiamo cioè, noi tutti, il ricordo del grande poeta fiorentino Durante di Alighiero degli Alighieri, noto semplicemente come Dante Alighieri.

Dante nacque a Firenze nel 1265 da una famiglia abbastanza nobile. Entrò subito a far parte del noto gruppo di poeti del Dolce Stil Novo, insieme a Guido Cavalcanti e altri. 

Avvenne , però, un avvenimento che cambiò radicalmente la sua vita per sempre, e fu l’incontro con Beatrice, Beatrice Portinari, che avrete di sicuro sentito nominare. Questo sarà l'inizio di una lunga ed eterna storia d'amore infelice, perché essa non ricambierà mai il suo amore, lui dovrà sposarsi con un'altra donna che non amerà e le dedicherà sonetti su sonetti, senza nessun ricambio. Solo oggi, noi possiamo veramente apprezzare tutto ciò. 

Ma Dante non si perde tanto d’animo, infatti è molto attivo nella vita politica di Firenze, tanto che per un certo periodo divenne pure priore, la più alta carica del Comune. Lui era del  partito dei Guelfi Bianchi, ma nel 1302 i Guelfi Neri, l’altro partito “nemico”, presero il controllo della città, ed esiliarono da essa chiunque fosse contrario a loro e alle loro idee. 

Fu l'inizio per Dante di un periodo di sofferenza, sia per la morte di Beatrice, avvenuta nel 1290, che per il fatto di abbandonare la sua amata Firenze per sempre. 

Iniziò  dunque il suo “esodo”, possiamo dire, dove andò peregrinando di città in città, nelle varie corti, per un periodo dal 1304 al 1310 circa.

Solo gli ultimi anni li passò a Ravenna, dove morì tra il 13/14 settembre 1321.

attività classi terze Religione

“Testimoni di coraggio”

Un giorno in più del fascismo: la resistenza delle Aquile Randagie.aquile randagie

Ciao ragazzi,

oggi in questo post di “Testimoni di coraggio” voglio presentarvi la storia di un gruppo di ragazzi scout che durante il periodo del fascismo svolgevano attività giovanili clandestine, si facevano chiamare le AQUILE RANDAGIE. Molti di voi che fanno parte degli scout, sia in Agesci o in Fse, sicuramente ne avranno sentito parlare. L’anno scorso è uscito anche il film che racconta la loro storia.

 Guardate in questi link il trailer e la presentazione del film :

Arte- Mostra natura in posa Treviso

Categoria:

Ciao a tutti, sono Laura di 3°F; in questo post volevo parlarvi di un museo che ho visitato un po' di tempo fa' quando l'emergenza coronavirus era presente solo in Cina. 20200306 095238

Si tratta del Museo di Santa Caterina a Treviso, ma soprattutto della mostra temporanea di "Natura in posa". Questa mostra è stata inaugurata il 30 novembre 2019, e dovrebbe durare sino al 31 maggio 2020, anche se in questo periodo è chiusa.20200305 132044

In questa mostra gli artisti si sono concentrati soprattutto nella realizzazione di opere riguardanti la natura ad esempio fiori, piante, farfalle etc... Tutti elementi colorati e pieni di vita! Le immagini che vi allego sono solo poche delle tante opere presenti nella mostra, meritano davvero molto, ci fanno pensare, senza farlo apposta, a tutta la natura che oramai possiamo solo guardare dalle finestre delle nostre case, a tutto il bello a cui dobbiamo rinunciare stando a casa; io credo però che più pensiamo a questa natura così irraggiungibile ora, più ci sembrerà bella quando torneremo da lei!!!

Spero che guardando le immagini voi pensiate a ciò che ho scritto, così da apprezzare la bellezza della natura anche da casa! 

P.S.: Volevo anche dirvi che il Museo di Santa Caterina non è solo adibito alla mostra "Natura in posa" ma presenta anche altre sale come la chiesa con i suoi meravigliosi affreschi che riempiono le pareti e il soffitto, la zona archeologica con magnifici reperti di diverse epoche storiche ed anche la pinacoteca con molte opere tra mosaici, sculture e affreschi! 

Spero che riusciate a vedere questa mostra temporanea, ma in caso contrario potrete comunque ammirare il resto del Museo!!! 

A presto e mi raccomando state a casa😉

Laura 3F