Green World

We Can Change The World!

Categoria:

In questi anni una delle problematiche che ci accomunano di più è L’INQUINAMENTO AMBIENTALE.

Nella nostra scuola si tratta molto di questo argomento, guardiamo documentari, leggiamo libri, sentiamo testimonianze…

Questo, penso, ci aiuti molto a diventare cittadini responsabili, che si impegnano a salvaguardare la TERRA, la nostra casa.

Nel mondo  ci sono vari esempi di persone che si fanno in quattro per migliorare le condizioni di questo pianeta, molti sono anche ragazzi, basta pensare a Greta Thunberg, che con la sua tenacia e amore per la Terra e per i suoi abitanti porta avanti una campagna così importante, diventando un’ispirazione per chi ha a cuore la protezione di tutti noi!!!

Penso che salvaguardare tutte le meraviglie del pianeta Terra sia ormai fondamentale in quanto un domani, quando il mondo sarà distrutto, a noi che cosa rimarrà? Solo un ammasso di gas e polvere e non potremo più ammirare le meraviglie della natura, ma anche umane che solo a nominarle ti riempiono il cuore di magnificenza!!!images

Quindi perchè sprecare la meraviglia del mondo, perchè buttarla come se con contasse nulla? Perchè, invece non ci impegniamo seriamente a custodirla per quello che è; un ETERNO GIOIELLO?

Siamo seri e pensiamo per una volta non al nostro bene, ma a quello della nostra casa e uniamoci per rendere la Terra un posto migliore.

CI STATE????  

GIULIA 3^F

"Our Planet"

Categoria:

Per celebrare una giornata di manifestazioni contro i problemi climatici,abbiamo guardato la parte del documentario “Our Planet” specificamente riferita alle zone polari.

Questo movimento è nato seguendo l’esempio di Greta Thunberg: una sedicenne svedese che, ogni venerdì del 2018, scioperava dalle lezioni, per recarsi davanti alla sede del Parlamento del suo paese a protestare contro l’inquinamento ed il riscaldamento globale, e a chiedere con forza nuove politiche a favore della sostenibilità. È così nato “Friday for Future”, un movimento giovanile che organizza manifestazioni in tutto il modo per sensibilizzare le persone sui cambiamenti climatici.

Noi, vedendo il documentario, abbiamo potuto osservare gli effetti dannosi del riscaldamento globale in tutto il mondo. Abbiamo visto che molte specie di animali in Artide e Antartide si stanno estinguendo per colpa di noi umani. I krill infatti mangiano le alghe che crescono sotto al ghiaccio, e vengono poi mangiati dai pinguini, che a loro volta vengono mangiati dalle foche leopardo o dalle orche assassine. Ma se il ghiaccio si scioglierà, i krill non avranno più alghe da mangiare e moriranno, poi moriranno anche i pinguini che non potranno più mangiare i krill, e così via.

Abbiamo poi visto che gli orsi polari, nonostante le foche di cui si nutrono siano in aumento, faticano a cacciarle perché il loro habitat, sciogliendosi, è diventato troppo piatto, rendendo impossibile la furtività, su cui gli orsi polari si basavano quando cacciavano. Abbiamo visto anche che i trichechi sono costretti
ad ammassarsi in spazi troppo piccoli rispetto al loro numero. Prima infatti vivevano in luoghi ghiacciati e più grandi, oggi invece, a causa dello scioglimento dei ghiacci, sono costretti a rifugiarsi in luoghi rocciosi e molto ristretti. Alcuni tentano addirittura di scalare delle alture, nonostante non siano abituati a farlo, per avere più spazio, tuttavia la discesa è per loro un problema; molti decidono infatti di lanciarsi giù rischiando la morte.

Il documentario ci ha poi fornito dei dati sullo scioglimento dei ghiacci; ha reso noto che, in soli quarant’anni, in Antartide il 40% del ghiaccio si è sciolto. Addirittura entro il 2040 nel periodo estivo si arriverà allo scioglimento completo dei ghiacci in quel continente.

Abbiamo, quindi, compreso quanto il ghiaccio sia fondamentale non solo per gli animali dei due poli, luoghi nei quali c’è la più grande biodiversità rispetto a qualsiasi altro posto del pianeta, ma anche per le temperature di tutta la Terra. Il ghiaccio, infatti, essendo di colore bianco, riflette i raggi solari, permettendo di mantenere una temperatura costante più bassa. Se al contrario, non ci fosse più il bianco dei ghiacci, ma il colore più scuro dei mari, i raggi solari non verrebbero più riflessi, ma assorbiti, aumentando quindi le temperature di tutto il pianeta.

Questo Nostro Pianeta che pagherebbe il conto irrimediabilmente più alto.

Silvio S. 2F

Friday for future

Categoria:

Sconvolgente, impensabile, drammatico, il cambiamento drastico del clima che sta avvenendo ora, in questo preciso istante nel mondo, per colpa mia, tua, NOSTRA !

Tra qualche anno potremmo non esistere più, ma io, tu, noi vogliamo un futuro: un futuro che non sia in un mondo distrutto, lacerato, massacrato dal riscaldamento globale. Come fare ? Cambiare, ora, insieme.

Per questo è stato creato, da Greta Thunberg, il FRIDAY FOR FUTURE, un giorno di sciopero per il clima e noi, studenti delle classi medie di Silea, abbiamo deciso di “manifestare” guardando un documentario riguardo questa importante tematica: Our Planet, dedicato soprattutto alla zona artica della Terra e ai suoi cambiamenti.

Cosa sta succedendo ?

Avete mai messo un gelato in un microonde ?

Ebbene anche il nostro Polo Nord, come quel gelato, si sta sciogliendo, sotto l'effetto del sole e del riscaldamento globale; così, goccia dopo goccia, ghiacciaio dopo ghiacciaio,  la calotta polare, un tempo vastissima, sta diminuendo.

Gli animali non sanno più dove vivere, sono ammassati in piccole isole, muoiono, non hanno più un rifugio, il ghiaccio non può più proteggerli.

Io credo che tutti, anche partecipando al Friday For Future, teniamo al nostro Pianeta e dovremmo combattere per preservarlo e aumentare i nostri sforzi, giorno dopo giorno, così, solo così avremo un vero FUTURO.

 Gloria F. 3E

"Non si è mai troppo piccoli per fare la differenza"

Categoria:

Questo è lo slogan di Greta Thunberg, la sedicenne svedese che ha dato inizio a manifestazioni pubbliche per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico.

Venerdì 15 marzo 2019 è stata un'occasione per poter mostrare il desiderio di tutti i ragazzi affinchè la crisi climatica del nostro Pianeta possa essere affrontata da subito dai Governi.
Nella nostra scuola durante l'intervallo c'è stato un flash mob, trainato dalle classe terze, dove tutti gli studenti erano invitati ad indossare una maglia bianca e ad avere merende possibilmente senza imballaggi; nel mentre la frase “Non si è mai troppo piccoli per la fare la differenza” è stata ripetuta in coro.
Noi dobbiamo rispettare ed amare la Terra perchè non esiste un Pianeta B !

Glora F. 2E

Mostra "ri-fiuto la risorsa"

Categoria:

caneCiao a tutti!!!! Giovedì 31 maggio 2018 alle ore 11.00 presso la biblioteca di Silea ci sarà l'inaugurazione della mostra "Ri-fiuto la risorsa" dove potrete vedere l'esito del percorso didattico che abbiamo svolto durante quest'anno scolastico sul tema dei rifiuti e raccolta differenziata. L'esposizione terminerà il 09 giugno......mi raccomando: venite numerosi!!!!! Vi aspetto. prof.ssa Mara Maccatrozzo

Invito alla mostra