Via della Seta: il blog dei ragazzi

Buona Epifania!

Categoria:

befana

 

Vogliamo augurare una Buona Epifania a tutti!!! 

Fate i buoni, altrimenti la Befana vi porterà solo carbone e le professoresse aggiungeranno compiti e verifiche.

Ci raccomandimamo. ;-)

Commissione Blog

"La Bambina Dimenticata dal Tempo"

Categoria:

Ciao a tutti, oggi sono qui per parlarvi di un libro che ho letto l'anno scorso, e che mi è piaciuto tanto e lo consiglio vivamente a tutti i lettori più appassionati. 

Il titolo del libro è “La bambina dimenticata dal tempo” lavoro della scrittrice Siobhan Dowd, un libro di genere storico-misterioso che si ambienta al confine tra l'Irlanda del Nord (appartenente al Regno Unito) e l'Irlanda negli anni dopo la morte di John Lennon.

Il libro racconta la storia di Fergus, un ragazzo di 18 anni che desidera molto, dopo gli esami andare a studiare medicina all'estero, a causa della brutta situazione familiare e del governo di quel periodo. Suo fratello è un membro dell'IRA ed è stato portato in prigione proprio per questo. Inoltre, ha cominciato lo sciopero della fame, per poter essere valutato, insieme ai suoi compagni, come prigioniero politico.

Prima di tutto questo, Fergus e suo zio Tally, sono andati oltre il confine a prendere dei sacchi di torba nelle torbiere, illegalmente, e così senza essere visti da nessuno. Proprio in una buca, sovrastata da una scavatrice, Fergus trova una bambina, così ipotizza, secondo lui uccisa o nell’antichità, oppure durante i suoi giorni. Presi un po’ dal panico, chiamano i soccorsi, e in poco tempo scoprono che risale all’epoca dell’età del ferro. E così continua la loro vita, sempre un po’ preoccupati per Joe, fratello di Fergus e per questa povera bambina. Per fortuna, ad occuparsi di lei ci sono Felicity e sua figlia Cora, di quest'ultima Fergus se ne innamora.

A complicare ancora di più la situazione, un amico di Fergus vuole che lo aiuti in una missione segreta, dove doveva scambiare dei pacchetti da un lato all'altro del confine, senza essere scoperto. E fu così che si fece amico Owain, un soldato proveniente dal Galles. Ma la vita va avanti, e durante i sogni di Fergus c'è una bambina, chiamata Mel, da tanti definita come “dimenticata dal tempo”, che gli svela la verità sulla sua vita e del suo mondo che man a mano si intreccia con la vita reale di Fergus. Come andrà a finire tutto questo? Lo potrete scoprire solo leggendo!

A me piace un sacco, lo rileggerei un sacco di volte, e per chi è interessato, lo si può trovare anche nella biblioteca della nostra scuola. E voi cosa ne pensate?? Commentate tutto nei commenti, e nel prossimo post potrete anche trovare una lettera che avevo scritto l'anno scorso dopo aver letto il libro, al tempo, scritta dalla bambina che lui stesso aveva dimenticato. A mio parere è commovente, ma sta a voi dirlo!! Buona lettura!

Benedetta 3^F

image.png

SIAMO TUTTI UGUALI! 

Categoria:

Lunedì 9 Dicembre abbiamo trattato in classe l'argomento dell’odio di alcune persone verso le persone di colore, prendendo spunto da due video molto interessanti.

Video sul DNA  

Il primo video rappresenta il fatto che tutti noi siamo fratelli, perché dentro il nostro DNA abbiamo dentro un po’ tutte le nazionalità del mondo, quindi non possiamo giudicare le persone con la pelle più scura o più chiara della nostra, perché dentro anche noi conteniamo una piccola parte del loro DNA. Infatti noi riceviamo il 50% di DNA dal nostro padre e il 50% da nostra madre e loro hanno avuto a loro volta il 50% dal padre e il 50% dalla madre e così via… ed è questo che fa la nostra persona.

E’ stato un video molto simpatico e che ci ha fatto riflettere molto!

Per noi sarebbe stupendo scoprire da che nazionalità provenivano i nostri antenati, dall’America, dalla Germania, dalla Francia ecc. e vorremmo fare anche noi questo test, quando diventeremo più grandi.

Video “Humanae”,Angélica Dass

In questo video Angélica Dass, una fotografa brasiliana, parla del suo progetto Humanae. Questo progetto nasce dal fatto che veniva sempre presa in giro dalle altre persone per il suo colore della pelle, la chiamavano “nera” anche se lei aveva la pelle marrone; così, per far capire che siamo tutti uguali, indipendentemente dal colore della nostra pelle, e che colori identici di pelle appartengono a persone originarie di regioni lontanissime del mondo, ha fatto delle foto a molte persone proventi da diverse parti del mondo e ha classificato i colori della loro pelle (prendeva il colore della sfumatura del naso).

Da allora questo progetto è diventato famoso, ci sono le sue foto ovunque e lei non viene più presa in giro; inoltre secondo noi è bello che venga da una famiglia “piena di colori”, infatti i sui parenti hanno la pelle di colori differenti: dal vaniglia alla nocciola tostata, dallo yogurt al cioccolato fondente.Questo video ci ha fatto riflettere molto e per noi è stata un’idea grandiosa! 💕

Angelica e Sofia C. 2C

👨DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI👩

Categoria:

121379bb 437c 4f82 91f3 aa1b6e8fe395
In questo periodo in classe stiamo parlando della Dichiarazione dei diritti umani,
delle discriminazioni e della schiavitù ancora presente nel mondo.
Alcune discriminazioni hanno a che fare con la prima impressione, cioè il farsi un’idea sul tipo di persona con cui abbiamo a che fare. Molte volte classifichiamo le persone: per il colore della pelle, per la religione, per le opinioni politiche, per l’appartenenza territoriale ecc.
Oggi la discriminazione avviene anche sotto forma di traffico di esseri umani, sfruttamento del lavoro per colmare debiti, sfruttamento minorile, sfruttamento per lavori domestici ecc. Nel 2017, le persone in schiavitù erano circa 40 milioni. La maggior parte dei moderni schiavi lavora in settori come l’agricoltura, la pesca, l’artigianato, l’estrazione mineraria e i servizi e lavori domestici.
Con la schiavitù moderna facciamo male non solo alle persone coinvolte, ma anche al resto del mondo. Le conseguenze di queste discriminazioni le paghiamo tutti. 

Marco 2C